Movimentazione Manuale dei Carichi

Per movimentazione manuale dei carichi si intendono le operazioni di trasporto e sostegno di un carico che richiedono uno sforzo muscolare, con possibili ripercussioni sulla colonna vertebrale, che possono provocare lombalgie, discopatie, cervicalgie e lesioni dorso lombari.
La tutela dei lavoratori nello svolgimento di attività  che comportano lo sforzo fisico per la movimentazione manuale dei carichi e la valutazione dei rischi è prevista dal Titolo VI e dall’Allegato 33 del D.Lgs. 81/2008 che riprende le disposizione previste dalla UNI ISO 11228.
Lo SPreSAL (Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro) ASL TO3 Rivoli ha pubblicato un documento intitolato -La movimentazione manuale dei carichi – D.Lgs. 81/2008 e Norma Tecnica UNI ISO 11228 parte 1 e 2 contenente informazioni utili a tutti i tecnici della sicurezza.
Nel documento viene illustrata:

  • la normativa di riferimento
  • le misure comportamentali da adottare al fine di prevenire i rischi legati alla MMC tra cui le utili raccomandazioni:
    - non superare i limiti di peso del carico secondo quanto indicato dalla normativa e dalle norme di riferimento
    - evitare la flessione del rachidea, puntando sempre al massimo equilibrio
    - evitare di sottoporre la colonna vertebrale ed il resto del corpo a tensioni meccaniche nocive
    - chiedere informazioni ai dirigenti e ai preposti sul peso e sul centro di gravità  del carico, ove non riportato chiaramente sui contenitori dei pesi da movimentare
  • le procedure da seguire in 3 diverse situazioni:
    - carichi leggeri
    - carichi pesanti
    - carichi molto pesanti
  • l’applicazione delle norme ISO nella valutazione dei rischi da MMC
Clicca qui per scaricare gli atti del convegno: La movimentazione manuale dei carichi – D. Lgs. 81/2008 e norma tecnica UNI ISO 11228 parte 1 e 2

I commenti sono chiusi.