Abrogazione Registro Infortuni

Il decreto attuativo del Job Act sulle semplificazioni D.Lgs. n. 151/2015 ha abrogato dal 23 dicembre 2015

Viene meno l’obbligo di tenuta del registro infortuni per il datore di lavoro.
Il registro infortuni doveva essere costantemente tenuto aggiornato a cura dell’azienda, con l’annotazione cronologica degli infortuni sul lavoro che comportassero un’assenza dal lavoro di almeno un giorno. Gli infortuni dovranno essere comunicati per via telematica all’INAIL, al momento attuale, solo se superiori a 3 giorni.
L’abrogazione sarebbe avvenuta a seguito dell’istituzione del SINP, il Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione di infortuni e malattie professionali…sarebbe perché il SINP non é ancora attivo.

Sanzione: il datore che non comunicherà in via telematica all’INAIL a fini assicurativi gli infortuni sul lavoro che comporteranno un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni (denuncia ai sensi dell’art. 53 del D.P.R. n. 1124/1965 e s.m.i.), sarà soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.096 a euro 4.932.
Non appena sarà reso operativo il SINP, il datore di lavoro tragressore, che non comunicherà in via telematica all’INAIL anche gli infortuni sul lavoro che comporteranno l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento, sarà punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 548 a euro 1.972,8.

Nota: il registro “cartaceo” dovrà essere conservato per 4 anni dalla data di vidimazione.

http://www.puntosicuro.it/…/2015-l-abrogazione-del-registr…/

foto di Dott.ssa Marina Nettuno.

I commenti sono chiusi.